Accedi
Facebook
Google
Registrati

Facebook
Google


Decreto Ristori Bis, in arrivo indennizzi per il trasporto dei bus privati e turistici

Decreto Ristori Bis, in arrivo indennizzi per il trasporto dei bus privati e turistici

Finalmente un traguardo è stato raggiunto ovvero, sono in arrivo gli indennizzi per il trasporto dei bus turistici e privati. Se fino a qualche tempo fa le aziende di settore avevano chiesto alla Regione di poter utilizzare come supporto aggiuntivo ai trasporti locali le navette bus private ma senza alcun riscontro positivo, oggi dopo lunghe ed estenuanti battaglie, la deputata Virginia Villani annuncia in un comunicato stampa che è stato introdotto il codice Ateco 493909 della categoria nel Decreto Ristori Bis.

AutistiProfessionisti
11 Novembre 2020
AutistiProfessionisti
11 Novembre 2020

In cosa consiste esattamente? In altri termini, le aziende di settore grazie a questa nuova vittoria, potranno finalmente respirare poiché verranno disposti mandati di pagamento direttamente sul conto corrente, insomma, un fondo di supporto nazionale che potrà almeno in minima parte risollevare il settore del trasporto dei bus privati e turistici.

Purtroppo a causa dell’emergenza Covid è stato appurato che questa categoria ha subito una perdita pari al 90% perché ha dovuto affrontare la mancanza di commesse oltre ad incorrere ad una riduzione dell’utenza subendo delle grosse perdite di capitale, oltre a questo scenario drammatico si aggiunge l’incertezza del nuovo anno 2021.

La Deputata Virginia Villani ha dichiarato che, già a partire dalla prossima settimana più di 211 mila imprese avranno l’accredito predisposti da parte del Governo.
In un periodo così delicato come quello che stiamo vivendo ai giorni nostri, una notizia positiva rincuora molte famiglie che ormai si trovano in una situazione alquanto deplorevole.

Il Decreto Ristori aggiunge nel settore del trasporto pubblico locale altri 300 milioni di euro, di cui, fino a 100 milioni potranno essere destinati per i servizi aggiuntivi di trasporto pubblico sia locale che regionale.

Naturalmente le nuove misure adottate con il suddetto decreto non riguardano solo il settore del trasporto, ma tutte le attività che in questo momento sono state sospese con il nuovo decreto del 3 novembre e tutte quelle che si trovano nella zona rossa.

Tuttavia è bene sottolineare che la misura viene graduata a seconda delle attività. Nel decreto Ristori è stata stilata la lista di tutte le imprese che possono aderire alle nuove agevolazioni. L’importo del beneficio varia e dipende dal settore dell’attività.

Ecco qui di seguito qualche misura introdotta con il nuovo provvedimento.

Decreto Ristori bis: la sospensione dei versamenti​

Per tutti coloro che esercitano attività interessate alla chiusura è stata stabilità in queste ore una nuova misura, la sospensione delle ritenute e dei pagamenti IVA nel mese di novembre. Le attività che avranno diritto sono quelle che sono state costrette a chiudere poiché si trovano nella zona rossa e quelle sospese in tutto il territorio nazionale dal nuovo decreto entrato in vigore dal 3 novembre.

Oltretutto, è stata prevista la sospensione dei contributi INPS, ma la misura varia a seconda la gravità della situazione coronavirus nel territorio di riferimento.

Naturalmente le agevolazioni non sono solo queste, per chi è interessato nel sapere in dettaglio in cosa consiste il nuovo provvedimento basta collegarsi sul sito del governo.

Altri articoli

AutistiProfessionisti

Un punto di riferimento in internet, per tutti i nostri colleghi autisti di autobus e le aziende di trasporto persone.

© 2015 - 2021 AutistiProfessionisti

---