Il 2 Marzo del 2016 , è entrato in vigore la seconda parte del regolamento europeo 165/2014. Questo regolamento stipula precisamente quale sia il grado di responsabilità delle imprese di autotrasporto. Tra questi obblighi sussiste la formazione degli autisti. Non solo, il regolamento prevede una precisa formazione sull’installazione e l’utilizzo del cronotachigrafo.

Che cos’è il cronotachigrafo

Il cronotachigrafo è un sistema elettronico o digitale che viene installato sui veicoli commerciali come camion, pullman e autocarri. Questo aggeggio permette di registrare con estrema precisione il tempo di guida e di riposo dei conducenti.

Inoltre con il cronotachigrafo è possibile registrare al dettaglio i dati relativi alla velocità e alle distanze percorse, questo sistema serve per permettere un controllo che possa agevolare la sicurezza sul lavoro e sulla strada.

Il cronotachigrafo digitale è formato da due elementi principali: un’unità veicolo, che quindi viene installato sull’autobus, questa unità comprende due lettori per la smart card, uno schermo per la visualizzazione dei dati ed una stampante. La seconda unità è esterna ed è appunto la smart card o carta tachigrafica.

Il cronotachigrafo grazie a questi due elementi può controllare i dati del conducente che inserisce la sua smart card all’interno del sistema, i tempi di guida e la velocità.

Le novità sul cronotachigrafo dal 2 Marzo 2016

Le novità principali sul cronotachigrafo, prevedono innanzi tutto una garanzia da parte dell’azienda di autotrasporto per il controllo del buon funzionamento del cronotachigrafo e soprattutto una formazione adeguata sull’utilizzo dello strumento.

Non è solo prevista la formazione, ma le aziende devono anche svolgere dei controlli periodici sul corretto funzionamento e utilizzo delle attrezzature, soprattutto evitando un utilizzo irregolare degli strumenti di controllo dei dati.

Un altro obbligo previsto dal regolamento europeo , obbliga inoltre le aziende a fornire agli autisti tutto il necessario per tenere le registrazioni. Quindi per i modelli di cronotachigrafo analogico viene richiesto che l’azienda fornisca all’autista abbastanza fogli di registrazione, in base al lavoro che dovrà svolgere.

Nel caso invece in cui, l’azienda disponga i mezzi con un cronotachigrafo digitale, anche qui bisogna fornire gli autisti di un modello omologato. Il cronotachigrafo digitale, l’impresa deve fornire una carta termica per la stampa durante i controlli sulla strada.

I fogli di registrazione digitali, devono essere sempre conservati in originale e in copia, la copia deve essere rilasciata ai conducenti che lo richiedono. Nel caso di cronotachigrafi digitali, bisogna fornire agli autisti una stampa dei dati sempre aggiornata.