Guardiani della mobilità: in prima linea a Milano, Italia

Ci sono molti "eroi non celebrati" in tempi di crisi e riconosciamo che i nostri professionisti del trasporto pubblico sono alcuni di loro.​

AutistiProfessionisti
26 Dicembre 2020
AutistiProfessionisti
26 Dicembre 2020

I nostri " Guardiani della mobilità " sono parte integrante delle prime linee che mantengono i servizi essenziali disponibili durante la pandemia di coronavirus.

Nel corso di queste prossime settimane, condivideremo le storie della nostra comunità su ciò che è stato fatto per mantenere in funzione le operazioni di trasporto pubblico in tutto il mondo e per fare un po 'di luce sul contributo del nostro settore alla lotta a questa pandemia.

Oggi, sentiamo da ATM Milano condividere esperienze dall'Italia.

ATM Milano​

Mentre la pandemia sembra finalmente mostrare segni di rallentamento in gran parte dell'Europa, la strada verso la ripresa per le aziende di trasporto pubblico è ancora lunga e scoraggiante. Tornato nel nord Italia, un altro membro che lavora duramente per mantenere le prime linee in movimento in questa situazione senza precedenti è ATM Milano, principale operatore di trasporto pubblico italiano, che muove circa 2,5 milioni di passeggeri al giorno.

“Il personale di ATM Milano sta svolgendo servizi cruciali con grande responsabilità e senso del dovere”, ha affermato Arrigo Giana, CEO di ATM Milano.

Fin dall'inizio dell'epidemia, ATM ha tenuto informato il personale sulle nuove misure igieniche in conformità con l'Istituto Superiore di Sanità Italiano, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC).

Ove possibile, al personale è stato chiesto di lavorare a distanza, mentre al personale in prima linea sono stati forniti kit protettivi comprendenti guanti, maschere e una soluzione igienizzante a base di alcol per situazioni in cui non è possibile garantire la distanza sociale. Le aree di superficie e tutti i veicoli vengono regolarmente disinfettati per prevenire la diffusione del virus e ai passeggeri viene chiesto di utilizzare le porte posteriori e centrali per entrare nei veicoli.

La sfida dopo l'emergenza sarà quella di "massimizzare la flessibilità" dell'offerta di servizi di trasporto.

Arrigo Giana

CEO di ATM Milano

In questa fase, soprattutto perché l'Italia e molti altri paesi iniziano a pianificare come porre fine gradualmente al blocco, le misure di allontanamento sociale rimarranno uno dei mezzi più importanti per prevenire un altro aumento dell'epidemia.

"Sappiamo che ci vorrà del tempo per tornare al 'business as usual' e probabilmente alcuni dei cambiamenti che stiamo introducendo ora entreranno a far parte della nostra vita normale", ha detto Giana. “La sfida dopo l'emergenza sarà quella di 'massimizzare la flessibilità' dell'offerta di servizi di trasporto”.

Allo stato attuale, ATM ha lottato per ridurre i suoi servizi di trasporto al 75% della loro offerta regolare, mentre nella rete metropolitana, il numero di passeggeri è sceso a circa il 5% dei passeggeri abituali. In questo modo possono garantire uno spazio sufficiente per almeno 1 metro di distanza tra i passeggeri.

"Questo è uno sforzo abbastanza sovradimensionato rispetto al livello di pilota", ha detto Giana. "Ma riteniamo che sia una misura essenziale per consentire alle persone di viaggiare in sicurezza mantenendo la necessaria distanza sociale l'una dall'altra".

L'azienda ha lanciato una campagna con segnaletica a bordo per ricordare ai passeggeri di mantenere una distanza di 1 metro l'uno dall'altro e di non sedersi o stare in piedi in una grande folla sui binari delle stazioni. ATM sta ancora elaborando alcune iniziative che dovranno essere implementate in futuro in modo da poter anticipare, prevenire e reagire rapidamente all'affollamento sui veicoli, nelle stazioni della metropolitana o sui binari degli autobus.

"È una sfida incredibilmente grande per il nostro settore, ma siamo fiduciosi che riusciremo a trovare un modo", ha detto Giana, "grazie all'impegno, alla competenza e alla professionalità di tutte le nostre persone e al supporto del nostro azionista, il Comune di Milano."

È una sfida incredibilmente grande per il nostro settore, ma siamo fiduciosi che riusciremo a trovare un modo.

Arrigo Giana
CEO di ATM Milano

Pur mantenendo disponibile gran parte dell'offerta di servizi con vendite di biglietti praticamente pari a zero, si dimostra una dedizione straordinaria, ATM sa che questa situazione non è sostenibile a lungo termine.

“E 'fondamentale che il Governo Nazionale stanzi risorse per sostenere le aziende di trasporto pubblico”, ha detto Giana (che è anche Presidente di Agens, l'associazione italiana che rappresenta gli operatori e i servizi di trasporto). “Più di 1.000 aziende, oltre 120mila dipendenti e le loro famiglie: questi sono i numeri in gioco”.

Il trasporto pubblico è oggi più che mai necessario ei nostri Guardiani della Mobilità di ATM Milano hanno sicuramente fatto la loro parte per mantenere in funzione i servizi essenziali per il bene della loro comunità.

Li ringraziamo per questa dedica!

The International Association of Public Transport | UITP

AutistiProfessionisti

Un punto di riferimento in internet, per tutti i nostri colleghi autisti di autobus e le aziende di trasporto persone.

© 2015 - 2021 AutistiProfessionisti

---