Novità

Bar chiusi, niente toilette: "Noi autisti di autobus dobbiamo farla per strada?"

Anto

Utente molto noto

Protesta di Sgb: "Chiediamo che siano allestiti gabinetti chimici ai capolinea"​

"Essendo chiusi i locali pubblici in zona arancione, dove possiamo andare in bagno? Chiediamo che siano allestite delle toilette chimiche". È la denuncia dei sindacati degli autisti dei mezzi pubblici. "Chi conduce i mezzi pubblici resta per ore al volante e ha di solito pochi minuti di sosta ai capolinea per distendere le gambe e soddisfare i propri bisogni fisiologici che, in assenza di toilette pubbliche, in genere sono espletati nei bar o punti ristoro.

Con la chiusura di questi esercizi gli autisti non possono più soddisfare i propri bisogni fisiologici e, non essendo presenti in nessun capolinea i bagni, la questione è diventata un problema già più volte sollevato dai lavoratori che non avendo bagni a disposizione devono svolgere la propria attività lavorativa con grande disagio e imbarazzo", recita una nota di Sgb che poi lancia un appello.

 

Anto

Utente molto noto
Grazie a ilrestodelcarlino per esserne occupato di scrivere un articolo in merito a questa questione. Diciamo, che in questo periodo i bar sono chiusi, ma quasi tutti i capolinea sono privi di bagni, da sempre. Quindi oltre all'imbarazzo, rischi multe e denunce se ti beccano a urinare per strada. Anche i sindacati, non hanno mai fatto abbastanza per offrire questi servizi. Per chi lavora nelle grandi metropoli o si spendono 5 - 6 euro al giorno per andare in bagno o se la tengono fino a fine turno. :mad:
 
Alto