Comportamenti e responsabilità generali dell'autista di autobus

Benvenuto nel nostro sito
Vuoi entrare a far parte della nostra community? Iscriviti adesso, è veloce e semplice!
..e navighi senza annunci pubblicitari.
Registrati
bus.jpg
L' autista di autobus, oltre alla guida del mezzo esercita anche altre funzioni verso i profili di sicurezza e che richiedono la sua attenzione SAFETY (la sua incolumità fisica) e SECURITY (la protezione dei passeggeri e dei beni). Infatti avendo una buona guida si tutela la clientela, l'autista, i passeggeri, gli automobilisti che condividono lo stesso tratto della carreggiata e anche il mezzo stesso quindi i beni dell' azienda.

Perciò vista la grande responsabilità non deve mai togliere l'attenzione dalla guida.

La condotta di un conducente di autobus deve essere impeccabile e oltre a garantire la sicurezza dei passeggeri, deve rispecchiare le disposizioni previste dalla legge in materia di tempi di guida e di riposo. Proprio per assicurare l’incolumità dei passeggeri, per prima cosa un buon autista di autobus deve evitare il consumo di alcolici prima di mettersi al volante e l’assunzione di droga o medicinali che possano alterare le capacità di guida. E’ anche opportuno evitare i pasti abbondanti prima e durante la guida e, in caso di improvvisa sonnolenza è opportuno che l’autista scenda dal mezzo per riposarsi un po’ prima di intraprendere il viaggio.

Da evitare in modo assoluto:

  • l'uso dei telefonini,
  • lettori musicali collegati ad auricolare,
  • mettere film dvd, cd nel lettore
  • impostare radio o qualsiasi mezzo che distoglie lo sguardo e l'attenzione dalla strada.
  • conversare con i passeggeri mentre il veicolo è in marcia (ammesso solamente il rilascio di breve informazioni ai passeggeri)
  • fumare o mangiare
Controllo dei documenti e del mezzo

Un buon autista di autobus deve sempre controllare che tutto sia a posto prima di mettersi in viaggio. Per cominciare, deve regolare il sedile in modo da assumere la posizione più confortevole per avere la migliore presa sui comandi, deve assicuratevi che il poggiatesta, deve utilizzare la cintura di sicurezza se il veicolo ne è dotato e verificare che anche i passeggeri abbiano provveduto ad allacciarla. Inoltre, un buon autista controlla effettua un regolare controllo di freni, gomme, tergicristalli e anche delle luci di direzione per verificare che tutto sia a posto. E’ anche necessario un controllo dei documenti prima di partire e dell’itinerario da seguire.

Comportamento alla guida

Il compito principale di un autista di autobus è salvaguardare la vita dei passeggeri e per questo la sua condotta deve essere irreprensibile. Un buon autista non deve effettuare mai un sorpasso ameno che non sia sicuro, deve mantenere una certa distanza dal veicolo che lo precede, deve rispettare i limiti di velocità e in caso di guasto o incidente deve avvisare subito la centrale. Inoltre, deve cercare di anticipare i problemi per evitare disagi ai passeggeri.

Guida urbana e suburbana

I servizi su strade urbane e suburbane avvengono quasi sempre con i passeggeri in piedi, dove si ha un equilibrio precario, pertanto la guida deve essere dolce e senza accelerazioni, frenate brusche o cambi improvvisi di direzione. Grande attenzione (Attenzione diffusa) deve essere data non solo ai passeggeri che si trasportano ma anche ad altri conducenti della strada, motociclisti, ciclisti, pedoni, bambini, animali.

Guida autostradale e extraurbana

La guida autostradale o extraurbana è diversa da quella urbana e suburbana perché è diversa l'attività che si deve compiere. Quindi in questo caso l'autista deve concentrarsi anche sui comportamenti meccanici e dinamici del veicolo, sulla traiettoria di guida, prevedere i comportamenti e l'intenzione degli altri veicoli, massima attenzione nei sorpassi.
 

Roberto-33

Nuovo utente
19 Novembre 2016
0
0
0
Buongiorno, vorrei sapere se si possono portare passeggeri in piedi come indicato sulla carta di circolazione del mezzo durante un percorso di linea che prevede di percorrere un tratto di autostrada. Grazie, Roberto.
 

Sara-26

Nuovo utente
16 Ottobre 2018
0
0
0
Salve, vorrei sapere se è regolare che l'autista di una linea urbana chieda di non sostare nella parte davanti perché "deve vedere a destra per la sicurezza", facendo ammassare i passeggeri al centro e dietro. Non faceva nemmeno entrare dalla porta davanti ( che tra l'altro sarebbe l'entrata).
 

Miri

Membro dello Staff
Esperto PDI
26 Marzo 2016
6.786
0
70
Ciao Sara. Spesso i pullman di mattina sono in sovraccarico il ché comporta che all'autista li venga ingiustamente tolta la visuale. Penso che il collega l'abbia fatto solo per sicurezza. La metà della porta davanti è parte della visuale, come avrai già visto, in alcuni c'è proprio un sbarra. Tu segui sempre le direttive dell'autista e se pensi che abbia fatto una cosa ingiusta, riferisci all'azienda la quale saprà risponderti in merito.
 
S

Sara

Non mi riferisco alla parte dove c'è la sbarra, che giustamente è interdetta. Parlo dell'intera parte che va dai primi sedili e che può ospitare tranquillamente qualche persona in piedi senza ostruire la vista dell'autista.
 

max19754-47

Nuovo utente
18 Dicembre 2018
0
0
0
Buon giorno,volevo sapere se c è un articolo del codice della strada chiaro che vieta di parlare al conducente durante la marcia di un bus di linea sia autostradale che extraurbano sempre mantenendo un completamente corretto e sicuro grazie
 

Miri

Membro dello Staff
Esperto PDI
26 Marzo 2016
6.786
0
70
Non ricordo di aver visto una direttiva dove si specifichi chiaramente di non parlare al conducente. Se trovo qualcosa ti aggiorno. Ciao
 
A

Anonimo

Scusate, ma io non ho capito perchè, in questo sito di una certa serietà, si usa spesso la parola "Pullman" per indicare l'autobus interurbano o gran turismo. E' doveroso precisare che l'ingegnere americano George Mortimer Pullman (1831-1897) ha inventato, verso il 1864, la carrozza ferroviaria a carrelli di lusso (Pullman Sleeper), e nulla ebbe a che vedere con l'autobus, che fu inventato in Inghilterra verso il 1821. Gli autobus si chiamano solo così; poi si suddividono (D.M. 1977) in urbani, suburbani, interurbani e gran turismo, oppure (D.M. 2003) Classe 1, 2 e 3, ma sono sempre e comunque autobus, la cui parola origina dal latino "Omnibus" (Per tutti, alla portata di tutti) e dal greco "Autos", (Autonomo, semovente).
 
A

Anonimo

Può richiederli qualora abbia la qualifica di Polizia Amministrativa. In tal caso, è un Pubblico Ufficiale (art. 357 C.P.) anzichè un Incaricato di Pubblico Servizio (art. 358 C.P.), e come tale può anche richiedere le generalità; l'eventuale rifiuto da parte del viaggiatore è punibile a norma di legge.
 
A

Anonimo

Saive ,sono un conducente di autobus posso prendere servizio di linea uscendo dal deposito con targhe illeggibili ? grazie
 
A

Anonimo

Beh, però non è esattamente così. A Roma ci sono linee di autobus urbane, esercitate con veicoli di classe 1 (quindi urbani, con possibilità quindi di viaggiare in piedi), che percorrono il GRA, che a tutti gli effetti è classificato autostrada.
 
A

Anonimo

Salve ma un autista di autobus urbani, quante ore di guida ininterrotta,quindi senza sosta,può fare?
 
A

Anonimo

Mi pare che il codice della strada parli chiaro in merito. E comunque dovresti porre il problema in azienda
 
A

Anonimo

Un autista di autobus urbano ,può chiedere il biglietto ?cioè fare da controllore ? Se il viaggiatore non ha il biglietto può chiedere documenti? In questo caso l'autista non salvaguardia la vita del viaggiatore .e in più ritardi di orari ? E normale?
 
A

Anonimo

Un autista può chiedere il titolo di viaggio se ha la qualifica di "Polizia Amministrativa". In quel caso, è un Pubblico Ufficiale, ed è autorizzato a chiedere titolo di viaggio ed anche documenti: l'eventuale rifiuto è punito a norma di legge.
 

Miri

Membro dello Staff
Esperto PDI
26 Marzo 2016
6.786
0
70
Ciao Nino, ti rispondo con una domanda: tu puoi andare in giro con la portiera della tua macchina aperta?