Ore di guida e riposo su autobus e camion giornaliere e notturne

  • A causa della migrazione del sito sul nuovo sistema, l'account che hai registrato non è più attivo. Per riattivarlo, si prega di procedere al recupero della password tramite questo link e seguire le istruzioni per email. In caso di problemi scrivici all'indirizzo info@autistiprofessionisti.com
3_uso_cronotachigrafo_e_tempi_di_guida-pdf.png
Tempi di impegno, le ore di guida e di riposo dei conducenti. Sappiamo che l'attività del conducente compreso riposo, guida interruzioni di guida sono regolamentati dalle Direttive (CE) n. 561/2006 del Parlamento Europeo. Nello specifico tutti coloro che eseguono un trasporto su strada, di merci (da veicoli di massa massima ammissibile superiori a 3,5 tonnellate) e di persone (da veicoli con più di nove persone compreso il conducente).

A prescindere dal paese in cui il veicolo è immatricolato, il presente regolamento si applica al trasporto su strada effettuata all’interno della Comunità, fra la Comunità, la Svizzera e i paesi che sono parte dell’accordo sullo Spazio economico europeo. In questo articolo vedremo nello specifico cos'è questa normativa, come va applicata e interpretata, i massimi dell'impegno/guida del conducente. Se invece vuoi sapere come funziona la multipresenza con due o più conducenti vai in questo articolo.

DA SAPERE: Il regolamento sui tempi di riposo e di guida è lo stesso, sia per il trasporto persone, sia per il trasporto merci.

Tempi di impegno, le ore di guida e di riposo dei conducenti.​

Il Regolamento CE 561/2006 si applica al trasporto su strada effettuato a mezzo di veicoli adibiti al trasporto di viaggiatori:

  • atti, e destinati, a trasportare più di nove persone, conducente compreso;
  • in servizio regolare di linea il cui percorso supera i 50 chilometri.
Sono pertanto esclusi i veicoli adibiti ai servizi di linea il cui percorso non supera i 50 Km, per i quali trova applicazione il combinato disposto del D.Lgs. 66/2003 e della legge 138/1958

E' inoltre molto importante eseguire dei corsi di formazione presso le autoscuole autorizzate in modo da decifrare per bene il regolamento.

Tempi e ore di guida e riposo autisti - Direttiva (ce) n. 561/2006​

Tempi e ore di guida giornaliero [1]

  • Massimo tempo di guida ininterrotta: 4 ore e 30 minuti.
  • Tempo di guida regolare al giorno: 9 ore.
  • Massimo tempo di guida eccezionale al giorno: 10 ore, massimo 2 volte alla settimana.
Tempi e ore di guida settimanale [2]

  • Tempi e ore di guida settimanale non devono superare l'orario dì lavoro Direttiva 2002/15.
  • Massimo tempo di guida complessiva in una settimana 56 ore.
  • Massimo tempo di guida complessiva in due settimane consecutive 90 ore.

Interruzioni di guida e riposo autisti - Direttiva (ce) n. 561/2006​

Interruzioni di guida [3]

  • 45 minuti dopo 4 ore e 30 minuti di guida ininterrotta.
  • 15 minuti prima pausa + 30 minuti seconda pausa distribuite in un periodo di guida di 4 ore e 30 minuti.
Riposo giornaliero [4]

  • Regolare: 11 ore nelle 24 ore
  • Frazionato: 3 ore + 9 ore nelle 24 ore.
  • Ridotto: 9 ore nelle 24 ore, ma per non più di due volte alla settimana.
Riposo settimanale [5]

  • Regolare: 45 ore nella settimana.
  • Ridotto: 24 ore nella settimana, con recupero di 21 ore entro la terza settimana successiva.

Riposo giornaliero autisti autobus - Generico per turismo e linea​

Riposo Giornaliero

Urbano - Art. 20 R.D.L. 2328/1923

  • Durata minima di 10 ore
Extraurbano < 50 km - Art. 7 L. 138/1958

  • Durata media non inferiore a 11 ore
Extraurbano > 50 km + Noleggio autobus - Art. 8 Reg. CE 561/2006

  • REGOLARE: 11 ore consecutive o 12 ore FRAZIONATO: 3 + 9
  • RIDOTTO: almeno 9 ore ma inferiore ad 11 ore, non più di due volte alla settimana.

Riposo settimanale autisti autobus - Generico per turismo e linea​

Riposo Settimanale

Urbano - Art. 21 R.D.L. 2328/1923 L. 370/1934

  • 24 ore con una periodicità ragionevole di 6 +1
  • Riconoscimento di almeno 52 riposi in ragione d’anno
Extraurbano < 50 km - Art. 8 L. 138/1958

  • 24 ore con una periodicità ragionevole di 6 +1
Extraurbano > 50 km + Noleggio autobus Art. 8 Reg. CE 561/2006

  • Almeno 45 ore riposo regolare
  • Almeno 24 ore riposo ridotto salvo recupero.

Spiegazioni ore di guida - Direttiva (ce) n. 561/2006​

[1] Tempi e ore di guida giornaliero: Il tempo - periodo complessivo di guida tra il termine di un periodo di riposo giornaliero e l'inizio del periodo di riposo giornaliero seguente o tra un periodo di riposo giornaliero e un periodo di riposo settimanale.

[2] Tempi e ore di guida settimanale: Il tempo - periodo passato complessivamente alla guida nel corso di una settimana.

[3] Interruzioni di guida: Dopo un tempo - periodo di guida di 4 ore e 30 minuti il conducente osserva una interruzione di almeno 45 minuti consecutivi, a meno che non inizi un periodo di riposo

[4] Riposo giornaliero: Il tempo - periodo giornaliero durante il quale il conducente può disporre liberamente del suo tempo e comprende sia il 'periodo di riposo giornaliero regolare' sia il periodo di riposo giornaliero ridotto:

  • Tempi - periodi di riposo giornaliero regolare: ogni tempo di riposo ininterrotto di almeno 11 ore; in alternativa, il riposo giornaliero regolare può essere preso in due periodi, il primo dei quali deve essere di almeno 3 ore senza interruzione e il secondo di almeno 9 ore senza interruzione.
  • Tempi - periodo di riposo giornaliero ridotto: ogni tempo di riposo ininterrotto di almeno 9 ore, ma inferiore a 11 ore.
[5] Riposo settimanale

Tempo - periodo settimanale durante il quale il conducente può disporre liberamente del suo tempo e designa sia il 'periodo di riposo settimanale regolare' sia il 'periodo di riposo settimanale ridotto':

  • Tempo - periodo di riposo settimanale regolare: ogni tempo di riposo di almeno 45 ore.
  • Tempo - periodo di riposo settimanale ridotto: ogni tempo di riposo inferiore a 45 ore, che può essere ridotto, nel rispetto di quanto stabilito all'articolo 8, paragrafo 6, a una durata minima di 24 ore continuative.
In trasferta, i tempi periodi di riposo giornaliero e quelli settimanali ridotti possono essere effettuati nel veicolo, purché questo sia dotato delle opportune attrezzature per il riposo di tutti i conducenti e sia in sosta.

Regolamento (ce) n. 561/2006 del Parlamento Europeo e del consiglio del 15 marzo 2006 relativo all'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada e che modifica i regolamenti del consiglio (cee) n. 3821/85 e (ce) n. 2135/98 e abroga il regolamento (cee) n. 3820/85 del consiglio

Il presente regolamento disciplina periodi di guida, interruzioni e periodi di riposo per i conducenti che effettuano il trasporto di persone e di merci su strada, al fine di armonizzare le condizioni di concorrenza fra diversi modi di trasporto terrestre, con particolare riguardo al trasporto su strada, nonché di migliorare le condizioni di lavoro e la sicurezza stradale.

Se volete leggere l'intero regolamento del sito ufficiale del Parlamento Europeo lo potete scaricare da qui.
 

DAVIDE-61

Nuovo utente
1 Febbraio 2017
0
0
0
Buongiorno. Tutto esatto e molto utile ma è importante ricordare che il riposo giornaliero ridotto é usufruibile solo per tre volte a settimana nell'arco dei due riposi settimanali. Grazie e buona giornata. Davide
 

marco michi-37

Nuovo utente
11 Dicembre 2017
0
0
0
sono un agente di viaggi - l'altro ieri in germania l'autuista del bus con cui stavo viaggiando con un gruppo ha preso una multa perchè il polizziotto tedesco dice che non aveva la documentazione necessaria a testimoniare i riposi da quando il bus era fermo a quando ripartiva (9- 11 ore) mentre lui aveva quello delle 24 ore. Magari non sono preciso su quanto stò dicendo perchè non è il mio lavoro. il mio autista , cui credo, dice che non è obbligatorio avere questo tipo di giuistificativo per cui faranno ricorso ed io ho dovuto anticipare la somma in contanti (non era poco...) altrimenti non ci facevano ripartire. Cosa mi potete dire al riguardao?
 

Miri

Membro dello Staff
26 Marzo 2016
138
0
16
Quando le leggi si fanno con i piedi questo è il risultato, in più non fanno nemmeno corsi di aggiornamento per chi le leggi le deve applicare. Una cosa è certa che chi ci rimette siamo sempre noi. Il modulo di assenze non è più obbligatorio ma si consiglia comunque di farli soprattutto se si è all'estero.
 
A

Anonimo

Se una giornata per una lunga tratta viaggiano due autisti i tempi di disponibilità e guida sono gli stessi?
 

piero-35

Nuovo utente
18 Marzo 2018
0
0
0
gentilissimi per blocco autostrade causa grave incidente di due tir sulla Milano Torino uscita Mesero lo scorso 14 Marzo 2018 incidente ben documentato di cui ne hanno parlato i vari Tiggi , l'autista del nostro bus a noleggio ha chiesto alla sede il cambio guida (secondo autista) . Cambio accordato ! ora io mi chiedo se per tutti questi casi non vi possa esser una deroga per grave incidente o forza maggiore. Mi permetto di far notare che le ora di guida sono registrate ergo è dimostrabile che su 14 ore di "guida" nella realtà il nostro autista è stato impegnato solo per quattro ore le altre 10 è stato fermo a riposarsi, legger il giornale, fare le parole crociate o una pennichella !! Mi chiedo perchè mai queste fermate per cause di forza maggiore gravi incidenti non dovrebbero esser scontate dal monte ore concesse- I maggiori costi derivanti dalla doppia guida sono ricaduti in toto su noi clienti. La sosta forzata per più ore documentata da polstrada dovrebbe poter esser scontata dal monte ore obbligatorio da non superare. cosa mi potete dire in proposito ?
 

Miri

Membro dello Staff
26 Marzo 2016
138
0
16
Ciao Piero.
Nell'arco delle 24 ore l'autista (così come ogni altro lavoratore) ha il sacrosanto diritto di riposare 11 ore e di lavorare 13 ore. Queste 11 ore possono diventare 9 se ha riposato per 3 ore consecutive nell'arco della giornata lavorativa e le ore di lavoro in questo caso possono diventare 15.

Ci sono delle deroghe (cause forze maggiori) che permettono di oltrepassare i limiti di guida (fino a trovare il punto di sosta più vicino) ma non sono validi sui tempi di impegno complessivo giornaliero.

Se il tuo autista, nell'arco della giornata è stato fermo più di nove ore consecutive, poteva tranquillamente aprire una nuova giornata lavorativa senza il bisogno di un secondo autista. Va visto anche il programma aziendale e cosa doveva fare il giorno dopo.

Se l'azienda ha mandato un secondo autista è perché non si poteva fare altrimenti, non è facile neanche per loro gestire certe situazioni. Mi dispiace invece che descrivi l'attività dell'autista come uno svago a non finire.

Saluti Miri
 

piero-35

Nuovo utente
18 Marzo 2018
0
0
0
Caro Miri
Evidentemente NON mi sono spiegato bene . NON ho detto che l’attività dell’autista sia uno svago !!!! Ho mosso solo un obiezione, non conoscendo la legge, che è quella che ho scritto. “Se durante un trasferimento e blocco del traffico documentato da polstrada la macchina ovviamente sarà ferma per causa forza maggiore. In questo contesto ho chiesto se il computo delle 14 ore è sempre valido . Ho scritto infine se le ore che l’autista non è impegnato alla guida e queste possono esser molte , qui Lei ha frainteso perché ho indugiato nel dire che potrebbe leggere fare le parole crociate o riposarsi, queste hanno lo stesso peso nel computo delle ore complessive. “ Non ho fatto nessuna obiezione all'autista. Ho solo chiesto le cose indicate perché NON conosco la materia e NON conosco la legge . Punto !” Spero di esser stato chiaro e se vorrà rispondermi nel merito sarò contento di saperne di più ma i saluti e la stima rimangono intatti..
Piero
 

Miri

Membro dello Staff
26 Marzo 2016
138
0
16
Allora ho frainteso io. Tornando alla richiesta, dobbiamo cercare di ragionare nell'arco delle 24 ore. Ci sono direttive sia per il riposo, sia per la guida, sia per le interruzioni di guida. Le ore di fermo vengono contate nel complessivo della giornata. Alcune cose sembrano assurde, nei casi tipo 10 km da casa e devono mandarti il secondo autista. Una cosa sensata ma senza logica. Se vuoi sapere qualcosa di più specifico chiedi pure. Saluti Miri
 

piero-35

Nuovo utente
18 Marzo 2018
0
0
0
Caro Miri Grazie della tempestiva risposta ma per me è ancora interlocutoria. Nel merito se il bus per causa di forza maggiore : incidente grave strada chiusa, frana od altro dovesse rimaner fermo in autostrada per più ore - tutto documentato da verbale Polstrada. - Chiedo questo tempo di fermo obbligato va conteggiato nelle 14 ore di impegno guida oppure no ? rispondimi per favore Si o No e sorry per il disturbo Grazie
 

Miri

Membro dello Staff
26 Marzo 2016
138
0
16
Si rientra nel complessivo delle ore d'impegno giornaliero. Non può essere considerato riposo. /blog/17-periodi-e-tempi-di-guida-e-di-riposo-dei-conducenti#Riposo_giornaliero
 

Calogero-58

Nuovo utente
16 Aprile 2018
0
0
0
Salve io ho guidato sino ale 2 di notte con inizio servizio il 4° giorno quindi sono caduto all'interno nel 5° giorno. Se nn utilizzi la scheda x 24 ore quanti giorni posso ancora guidare? 1 o 2 ?
 

Miri

Membro dello Staff
26 Marzo 2016
138
0
16
Dipende dal programma di lavoro delle settimane precedenti. 24 ore possono considerarsi anche riposo ridotto settimanale, che nella settimana successiva dovresti recuperare. Se fai attenzione c'è tutto descritto nell'articolo.

Ciao
 

Carmine-67

Nuovo utente
21 Aprile 2018
0
0
0
Nell'arco delle 15 ore di disponibilita, ho superato le 10 ore di guida , cioè 10 ore e 39 minuti, a cosa vado incontro nel caso di un controllo.
 

Miri

Membro dello Staff
26 Marzo 2016
138
0
16
Importante annotare dietro la stampata o il disco il motivo della deroga.

da € 38 a € 152, per superamento fino al 10%
(fino a 60 minuti) Punti Decurtati; 0

da € 300 a € 1.200, per superamento oltre il 10%
(oltre 60 e fino a 120 minuti Punti Decurtati; 2

da € 300 a € 1.200, per superamento oltre il 10%
(oltre 60 e fino a 120 minuti) Punti Decurtati; 10
 
G

Giuseppe-55

Salve. sono un autista di autobus, la mia azienda con le corse extraurbane che superano i 50 km ha spezzato le corse dando 2 numeri corse (esempio linea 345 corsa 65, dopo 20 km alla fermata fa cambiare la corsa linea 345 corsa 70, la linea 345 da capolinea a capolinea supera i 50 km). L'autista che esegue questa corsa non interrompe la corsa la esegue senza soste e la porta a termine fino al capolinea, se la corsa supera i 50 km l'autista non ha diritto alle 45 ore di riposo settimanale?Nonostante l'azienda abbia spezzato la corsa, ma solo il numero? Vorrei sapere se l'azienda può fare questo per non dare le 45 ore di riposo settimanale, Grazie...
 

Miri

Membro dello Staff
26 Marzo 2016
138
0
16
Visto così sembra che dovresti fare le 45 ore settimanali. Ma il caso va visto nello specifico e se l'hanno fatto forse c'è qualche deroga o qualcosa di simile che permette certe alternative. Dovresti chiedere direttamente a loro o rivolgerti ad un ufficio competente in merito alle direttive. Ciao
 

Domenico-44

Nuovo utente
21 Giugno 2018
0
0
0
Sono un autista di gra turismo, vorrei chiedere se ho un tour di 12 giorni partendo da Roma e passando solo per la Svizzera lo posso fare? Mi hanno detto che la Svizzera non fa parte della ce